Ganoderma

Helicobacter Pylori favorire la guarigione

La guarigione dall’ Helicobacter pylori è favorita dal Ganoderma Lucidum. Recenti studi avrebbero infatti dimostrato che il fungo, conosciuto anche con il nome di Reishi, avrebbe un’ efficacia simile all’ Ampicillina, ovvero l’ antibiotico utilizzato per rimuovere dallo stomaco il batterio dell’ Helicobacter. Per questa ragione, l’ estratto di Reishi potrebbe essere integrato alla terapia farmacologica al fine di renderla maggiormente effettiva. La rimozione dell’ Helicobacter pylori non avviene sempre al primo tentativo, pertanto potrebbe essere necessario ripetere la cura farmacologica e, specialmente in tal caso, potrebbe essere preso in considerazione l’ aiuto che viene dall’ estratto di Ganoderma.

Favorire la guarigione dell’ Helicobacter pylori

L’ Helicobacter pylori è un batterio la cui trasmissione è ancora oggetto di studio. Ciò nonostante, le recenti ricerche ipotizzano che la sua diffusione avvenga per via iatrogena, oro-fecale e per via orale. Molte persone sono affette da Helicobacter pylori pur non sapendolo, fino a quando non si presentano i primi sintomi gastrointestinali (come, per esempio, la gastrite cronica e l’ ulcera peptica). E’ possibile diagnosticare l’ infezione da Helicobacter pylori tramite analisi del sangue specifiche, oppure tramite un esame non invasivo chiamato urea breath test, che è in grado di riconoscere la presenza del batterio tramite l’ analisi del fiato.
Il batterio sopravvive laddove vi siano valori di pH bassi, proprio come nello stomaco umano. Qui, agisce distruggendo le cellule gastriche, provocando una infiammazione che in genere è particolarmente intensa. Vari studi avrebbero dimostrato che la micoterapia può supportare in modo efficace la cura farmacologica per l’ eradicazione del batterio. In particolare, secondo una pubblicazione di Jae-Heung Parco et al. (2014), il Ganoderma Lucidum risulterebbe essere il più indicato, dato che protegge la mucosa gastrica contro le ulcere. Shang X et al. (2013) indicano inoltre che il fungo Hericium sarebbe in grado di inibire in modo naturale ed efficace la crescita in vitro dell’ Helicobacter  pylori, per questa ragione potrebbe essere associato all’ assunzione dell’ estratto di Reishi durante la terapia mirata all’ eliminazione del batterio. L’ Hericium viene utilizzato di secoli nella medicina tradizionale cinese e nella cultura giapponese per contrastare le varie problematiche gastrointestinali, per questa ragione può anche fungere in senso più generico, migliorando le condizioni dell’ apparato gastrointestinale. Considerando che l’ estratto di Reishi è il più utilizzato nella cultura orientale per riequilibrare la flora intestinale, questi due funghi, se abbinati, potrebbero essere una soluzione per apportare benefici allo stomaco e all’ intestino, che potrebbero essere attaccati dall’ Helicobacter.

E’ anche da considerarsi l’ efficacia del Ganoderma Lucidum nell’ aumentare le difese immunitarie di tutto il corpo. Le sue proprietà vengono anche apprezzate per via dell’ efficacia antibatterica.  Pertanto, l’ estratto di Reishi potrebbe fare la differenza nel processo di eradicazione dell’ Helicobacter pylori. Un’ assunzione preventiva del fungo, invece, se abbinata ad una corretta attenzione all’ igiene dei posti frequentati, può risultare utile per coloro che sono sempre in movimento in  diversi ambienti sociali, dato che il batterio -secondo le ultime ricerche- si diffonderebbe, oltre che per via iatrogena, anche in via oro-fecale ed orale.

 

L’ estratto di Reishi può anche aiutare l’ organismo a tollerare in modo naturale la terapia farmacologica che viene indicata per eradicare il batterio. Il Ganoderma Lucidum è famoso per le sue proprietà benefiche, che aiutano non solo a proteggere l’ apparato gastrointestinale, ma anche il fegato. Quest’ ultimo, infatti, potrebbe risultare appesantito dall’ assunzione dei medicinali, dunque intervenendo con l’ estratto del fungo Reishi, si andrebbe a creare una efficace protezione dell’ organo e delle funzioni epatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *